Due semplici regole per realizzare slide efficaci

Da un cartellone pubblicitario della metropolitana di Londra, un bell'esempio per realizzare slide efficaci.

Stefano Cera

Agosto 21, 2022

Recentemente sono stato a Londra per una vacanza. E, una sera, mentre aspettavo con la famiglia di prendere la metropolitana per tornare in albergo ho notato questo cartello della TFL – Transport for London, la società che gestisce il trasporto pubblico a Londra. Lo prendo come ottimo esempio di integrazione tra due regole importanti, la regola dei terzi e la regola del 3, per realizzare slide efficaci.

Regola dei terzi

Questa regola è conosciuta molto bene da chi si occupa di fotografia. Inventata da John Thomas alla fine del ‘700, definisce le linee-guida per le composizioni artistiche dei paesaggi.

E’ talmente famosa che la troviamo anche all’interno nei nostri cellulari. Infatti, se apri l’applicazione fotografia trovi lo schermo del tuo cellulare già settato in nove sezione diverse. Serve proprio per aiutarti a fare le fotografie nel miglio modo possibile.

In verticale si distinguono chiaramente tre parti:

1. A sinistra: la parte con “Opening night”.

2. Al centro: la figura maschile (con la linea dei due PowerPoint di destra che tagliano l’immagine dell’uomo).

3. A destra: la metà della figura maschile e la donna.

Lo stesso accade nella parte orizzontale:


1. In alto: la parte principale (con Opening night).

2. La parte centrale: con il messaggio principale posizionato al centro.

3. La parte bassa: con il testo di dettaglio e i loghi.

Regola del 3

Secondo questa regola, usata nella comunicazione in pubblico da Steve Jobs e risalente addirittura all’oratoria latina (dove si chiamava tricolon), si espongono e si presentano le argomentazioni a gruppi di tre.

Così il messaggio arriva in modo più completo, interessante ed efficace. E’ una regola che, soprattutto nella comunicazione anglosassone troviamo tantissimo.

Nel cartellone, la regole del tre la ritroviamo in due momenti diversi:

1. Tre grandezze diverse per il testo. Più grande per il messaggio principale (il costo), grandezza media per lo slogan e carattere piccolo per i dettagli

2. Lo slogan della TFL in tre frasi: “Tube it. Bus it. Train it”.

In più, il testo è concentrato nella parte dove non ci sono le due immagini principali (Opening night e le due persone)

Il risultato è una slide davvero ottima. Con una comunicazione impeccabile (almeno, per me). E un messaggio davvero chiaro. Applico anche io la regola del 3.

Usa queste regole la prossima volta che vuoi realizzare delle slide efficaci.

Approfondimenti

Guarda il video per saperne di più sulla regola del tre.

Link per saperne di più sulla regola dei terzi.

Guarda la pagina informativa dei miei corsi su come realizzare Presentazioni efficaci.

Articoli recenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vuoi saperne di più sul public speaking?

Se desideri saperne di più sulle materie che tratto, non esitare a contattarmi per maggiori informazioni al pulsante che trovi qui in basso.

Informativa

Noi e terze parti utilizziamo cookie e tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità (interazioni e funzionalità semplici, miglioramento dell’esperienza, misurazione, targeting e pubblicità) come specificato nella cookie policy e nella privacy policy

Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie cliccando su “Accetta” o chiudendo questa informativa.