LA LEGGENDA DI BAGGER VANCE, uno splendido modo per parlare di coaching

Nella mia trasmissione radiofonica proseguono le puntate “a tema” sullo sviluppo personale ed organizzativo. Ieri sera (lunedì 21 gennaio 2019), bella puntata della mia trasmissione radiofonica Così Parlò Cerathustra, in onda su Radio Godot. In compagnia di Giorgia Evangelista.

Stefano Cera

Gennaio 22, 2019

Nella mia trasmissione radiofonica proseguono le puntate “a tema” sullo sviluppo personale ed organizzativo.

Ieri sera (lunedì 21 gennaio 2019), bella puntata della mia trasmissione radiofonica Così Parlò Cerathustra, in onda su Radio Godot. In compagnia di Giorgia Evangelista, infatti, abbiamo parlato di un film davvero bello, intenso e stimolante, come La leggenda di Bagger Vance. E’ stata l’occasione per riprendere un tema a me molto caro, come quello del coaching, a cui -in questa stagione- non avevo ancora dedicato alcuna puntata.

Sono state quasi due ore interessanti e di grande apprendimento, basato sul collegamento tra le scene più significative del film ed un approccio metodologico “integrato” tra le competenze fondamentali del coaching professionale secondo l’International Coaching Federation ed i metodi ed i principi della Gestalt.

Al seguente link, trovate il podcast della trasmissione.

Gli argomenti che sono stati al centro degli interventi di Giorgia Evangelista sono stati:

  • La fiducia (da 22’20” a 30’10” del podcast).
  • L’espressione del potenziale (da 39’05” a 49’40” del podcast). Riporto di seguito la scena che ha introdotto la presentazione del tema.
  • La consapevolezza (da 57’20” a 1h08’20” del podcast). Riporto di seguito la scena che ha introdotto la presentazione del tema.
  • La responsabilità (da 1h12’00” a 1h20’30” del podcast).
  • Il “qui ed ora”. Riporto di seguito la scena che ha introdotto la presentazione del tema.

Articoli recenti

I film per la negoziazione e la mediazione: Sergio

I film per la negoziazione e la mediazione: Sergio

Il film, disponibile sulla piattaforma Netflix, racconta gli ultimi tre anni di vita e di carriera del brasiliano Sergio Vieira De Mello, Alto funzionario dell’ONU e una delle luci più brillanti dell’attività diplomatica delle Nazioni Unite in diverse aree “calde” del pianeta.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vuoi saperne di più sul public speaking?

Se desideri saperne di più sulle materie che tratto, non esitare a contattarmi per maggiori informazioni al pulsante che trovi qui in basso.

Informativa

Noi e terze parti utilizziamo cookie e tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità (interazioni e funzionalità semplici, miglioramento dell’esperienza, misurazione, targeting e pubblicità) come specificato nella cookie policy e nella privacy policy

Puoi acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie cliccando su “Accetta” o chiudendo questa informativa.